giovedì 3 ottobre 2013

Una triste testimonianza dalla strada - parte 2

Il presente articolo è una continuazione del precedente post Una triste testimonianza dalla strada in cui ho raccontato la storia di un gatto investito che ho portato con dei miei amici da un veterinario.

Ero rimasto incerto sull'esito finale della vicenda, poiché aspettavo notizie dal dottore.
Finalmente sono riuscito a contattarlo, e mi ha spiegato com'è finita; purtroppo il gatto non ce l'ha fatta, dopo un iniziale miglioramento di lunedì, in cui sembrava quasi riuscire a rimettersi in piedi, martedì ha avuto un'emorragia polmonare, e li non c'è stato più nulla da fare.
Purtroppo, gli incidenti stradali per i gatti sono spesso fatali. Mi è dispiaciuto molto, speravo molto di rivederlo. Come ho già scritto, mi ha colpito molto quest'esperienza.

Ringrazio tutti per i commenti molto sentiti che avete scritto nel post precedente; mi ha fatto piacere notare una forte sensibilità, sono contento di avere dei lettori così!

20 commenti:

  1. Non sai quanto mi rattrista questo post :( povero micetto, non ha avuto la fortuna di conoscere l'affetto di una famiglia di umani ma solo la cattiveria di cui questi ultimi sono capaci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è stato davvero sfortunato...quando l'ho saputo mi è dispiaciuto molto, mi ero già mobilitato per trovargli un futuro migliore!

      Elimina
  2. Ciao Enrico, ho letto solo oggi della triste vicenda... davvero stringe il cuore sapere che, dopo tanti sforzi, per il micio non c'è stato nulla da fare. Quello che avete fatto tu e il tuo amico è stato encomiabile, magari facessero tutti così... e invece non solo chi investe non si ferma (come vorrebbe anche la legge!), ma soprattutto si dà poca importanza agli animali tramortiti sul bordo della strada, dandoli già per spacciati. Sono le vittime di un mondo che va troppo veloce, dove non esiste più spazio per la pietà, il soccorso, la giustizia. Tanti penseranno "è solo un gatto, ho cose più importanti da fare, ho fretta"... ma che razza di vita è questa? Davvero, ci rendiamo conto della (scarsissima) qualità della nostra esistenza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo in totale accordo con le tue parole, impossibile trovarne di migliori!
      E' vero, il mondo moderno corre solamente dietro al profitto, e non esiste alcun rispetto per gli altri esseri viventi (siano essi uomini, piante o animali).
      Ottimo commento, grazie per essere passata

      Elimina
  3. Ciao Enrico, ho letto solo ora la triste disavventura di questo povero gatto, purtroppo ce ne sono molte di queste storie.
    Comunque tu e il tuo amico vi siete comportati in modo lodevole, non è da tutti fare quello che avete fatto voi, solo anime buone e sensibili si comportano in questo modo…
    Mi dispiace tantissimo per come sia finita, ma almeno avete tentato…
    Un caro saluto, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, queste sono cose che (purtroppo) succedono molto spesso, però un conto è parlarne un conto è viverle. Io non avevo mai vissuto un'esperienza così, e mi ha colpito moltissimo.
      Peccato davvero per com'è finita...

      Elimina
  4. Siete stati proprio bravi, tu ed i tuoi amici, a soccorrere così il povero micetto. La storia è triste, soprattutto pensando a quel viaggio in macchina in cui poverino ha sofferto tanto, ma sicuramente ha colto l'affetto e la cura di chi lo accompagnava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già...dovresti sentire che miagolii emetteva. Sentirli chiudeva lo stomaco!

      Elimina
  5. mi è capitato una storia analoga tempo fa, col gatto di mia figlia investito, portato dal " dottore" in una "clinica" di Monza, oltre alla tadiografia,era concioato male, dopo, mi è costato 100 euro anche la puntura e lo smaltimento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povero...eh, queste storie sono all'ordine del giorno, purtroppo.
      Eh, se non altro, io non ho dovuto sostenere queste spese, essendo un trovatello...

      Elimina
  6. Che tristezza :-(

    Ci avevo sperato. Mi dispiace tanto, davvero tanto.

    Unica nota positiva è che almeno non è morto agonizzando in strada in mezzo all'indifferenza della gente, ma ha avuto tutte le cure e calore necessari. Grazie a te per averci provato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, se non altro abbiamo migliorato la sua fine...peccato davvero che queste creature debbano morire per mano di certi incoscienti.

      Grazie di essere passata :)

      Elimina
  7. Mi dispiace molto, io ho sempre avuto gatti e purtroppo, anche se la strada non è vicinissima, capita che i gatti la attraversino e vengano investiti. L'ultimo l'ho trovato morto qualche mese fa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui ci sono molti randagi, e avevo già sentito di gatti investiti, ma non mi ero mai trovato in prima persona in una situazione così. Nonostante non fossimo noi i responsabili, abbiamo provato in tutti modi a salvarlo...

      Elimina
  8. Caro Enrico,
    purtroppo di queste cose ne vedo tutti i giorni...
    non conto nemmeno più i cani, gatti, volpi, caprioli e cervi che vengono investiti. E veramente poche volte vedo l'investitore preoccuparsi dell'animale.
    Molte più domande sono rivolte alla possibile esistenza di un indennizzo... o la classica domanda: "e voi che fate?" oppure "chi paga adesso?"
    Non si da molta importanza alla vita...ne a quella umana ne a quella animale...
    che sempre vita è...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, purtroppo l'indifferenza e l'egoismo sono molto diffusi. E la cosa mi schifa ogni volta che ho modo di accorgermene.
      Purtroppo, contano solo i soldi. Davvero uno schifo.
      Peccato che non ce l'abbia fatta quel micio, mi ha davvero colpito...

      Elimina
  9. E' una storia molto triste che purtroppo si ripete molto (troppo) spesso.
    Ma quel che è peggio è che molte spiacevoli storie accadono anche a noi poveri esseri umani, come la recente strage di migranti a Lampedusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Come ha scritto in un commento precedente Moscardino, non vi è rispetto ne per la vita umana ne per quella degli animali...che vergogna!

      Elimina
  10. Che peccato Enrico, purtroppo e` quel che temevo dato che anche a me era andata cosi'... e` che un po' ci speravo in un miracolo.. Pazienza, mi auguro che abbia sofferto il meno possibile, e senz'altro perlomeno e` stato fortunato a incontrarti.

    RispondiElimina
  11. Povero micino, mi dispiace tanto :-(

    RispondiElimina

Mostra di essere passato di qua!
Se hai apprezzato, condividi il tuo pensiero = )
Se non hai apprezzato, non essere timido ed esponi le tue ragioni = )