lunedì 8 aprile 2013

Un "ciclo"...verde!

Ciao a tutti! Scusate se mi permetto di scrivere nel blog di Enrico. Sono una sua amica, mi chiamo Noutzy e ho 17 anni. 
Volevo parlare alle ragazze o donne che lo seguono puntualmente. 
Infatti, le mestruazioni sono un problema esclusivamente femminile.
Probabilmente non avrete mai sentito parlare della coppetta mestruale. È un "assorbente" alternativo ai tamponi o ai comuni assorbenti. La cosa innovativa... la coppetta non assorbe, ma raccoglie! E per questo è riutilizzabile.
Secondo stime di alcuni studiosi, una donna nel corso della sua vita utilizza 12000 assorbenti. Ciascuno di questi assorbenti ha bisogno di circa 200 anni per decomporsi.
La coppetta, invece, se usata bene, può durare anche 10 anni senza mai essere cambiata (il prezzo della coppetta va dai 12€ in su, fatevi il calcolo di quanto spendete in assorbenti...).
Io l'ho provata perché ero curiosa, ma soprattutto per il punto di vista ambientale. Mi sono trovata bene, anche perché mi permette di fare qualsiasi movimento senza avere paura di "sporcarmi"; potrete fare qualsiasi sport, anche nuoto!
In Italia questo prodotto è poco, se non per niente, pubblicizzato (danneggerebbe le ditte di assorbenti) ma in altri Stati Europei è molto più diffuso.
In genere troviamo due modelli di coppette, una più piccola per le ragazze che non hanno raggiunto i 30 anni di età e una più grande per ragazze sopra i 30 o per chi ha già avuto figli. Entrambe sono in silicone e anallergiche (non sono note occorrenze da Sindrome da shock tossico) e, a seconda della ditta di produzione, si può anche scegliere il colore che piace di più e altre minime caratteristiche.
Per inserire la coppetta nella vagina bisogna però avere un buon rapporto con il proprio corpo, cosa che potrebbe essere più difficile per le "vergini", ma questo non impedisce che lo possano fare anche loro.
All'inizio magari la coppetta sembra un po' grande da infilare, ma ci sono diversi modi in cui  la si può piegare, rendendola anche molto sottile: bisogna solo trovare il modo più appropriato e che faccia per noi. Tra un'inserimento e l'altro la coppetta va lavata con acqua e, se si vuole, un detergente intimo inodore; mentre tra un ciclo e l'altro va sterilizzata per alcuni minuti in acqua bollente.
Inoltre, dato che il sangue non viene a contatto con l'ossigeno fino al momento dell'estrazione della coppetta, non sentirete quell'odore fastidioso che sentivate con l'assorbente esterno.

Per adesso vi lascio con queste informazioni, se volete sapere altro, chiedete pure! O se no andare a cercare nel web, ci sono tanti forum a riguardo.
Spero di avervi incuriosito a provarla.

Noutzy

15 commenti:

  1. Me ne avevano parlato e pure bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di non essere l'unica a conoscerla allora :P
      Noutzy

      Elimina
  2. Assolutamente no, mi spiace in questo caso per l'ambiente ma preferisco i miei assorbenti (che per trovare quelli giusti che non danno allergie ci ho messo una vita, ringrazio di cuore il lactiflex).
    Personalmente non riesco nemmeno a pensare di girare con qualcosa di estraneo all'interno del mio corpo!
    In ogni caso è un post molto interessante.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, è una cosa molto personale. O ne sei convinto o non c'è niente da fare. Il mio intento era solo informare, la scelta poi tocca alle dirette interessate :)
      Noutzy

      Elimina
  3. Non lo so, non mi convince...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È tutta un'esperienza nuova, da provare secondo me. È poi una volta provato si potrà dire se ne valga la pena o no.
      Un abbraccio, Noutzy

      Elimina
  4. E' tuttavia poco igienico, lo dico da infermiera: è meglio che il sangue e le impurità che il corpo elimina attraverso il flusso vadano all'esterno del corpo e non rimangano all'interno come invece accade con tamponi e coppette.
    Idgie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per adesso non sono stati riscontrati effetti negativi, ma non voglio di sicuro andare contro un'infermiera.
      Noutzy

      Elimina
    2. Gli effetti negativi si riscontrano dopo parecchi anni.... le statistiche sulle persone non si fanno in un giorno.

      Elimina
  5. Credo di aver ormai consumato i miei 12.000 assorbenti per limiti di età. Sob!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece ho ancora molti anni davanti a me e cercherò di passarli nel modo più verde possibile :)
      Un abbraccio, Noutzy

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Non credo che la coppetta sia igienica! Inserire e tenere per tutto il giorno 24 ore su 24 e per una settimana intera una cosa estranea può dare fastidio oltre a bloccare il flusso del sangue....forse non sai che già a suo tempo sono stati criticati i tamponi perché a forza di bloccare il sangue può formare dei grumi all'interno dell'utero con il rischio, dopo molti anni, di dover fare una raschiatura per eliminarle. In più potrebbe creare anche delle infezioni in soggetti più delicati. Oltretutto ogni volta che la estrai l'effetto ventosa della coppetta crea resistenza contro le pareti interne. Immagina questo per anni, per una vita intera, credi davvero che con il tempo non possa non danneggiarla? In ultima una donna dovrebbe sempre avere le mani perfettamente pulite, unghie comprese per inserire ed estrarre la coppetta dall'interno della vagina onde evitare infezioni.

    Non è bello avere una corpo estraneo dentro di se in nome della natura, la Donna non fa parte della natura stessa? e allora perché dovrebbe fare una cosa contro natura quale inserire una plastica dentro se stessa?!

    Non è stata concepita così! Il sangue deve defluire dal corpo come un fiume deve defluire naturalmente altrimenti vediamo le devastazioni che succedono se non accade così! Spero che con questo parallelismo di averti fatto capire il concetto! La natura va rispettata e anche il corpo della donna! La salute delle persone è più importante! Ascolta l'opinione del tuo ginecologo (sono convinta che non sarà d'accordo) e non delle novità green! Da giovanissimi si è molto propensi alle novità ma con il tempo si capisce che si deve seguire il corso della natura che ostruirla come si farebbe con la coppetta.

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo anche con IdgieRuth Threadgoode che le impurità devono defluire che invece la coppetta o il tampone impediscono.

    RispondiElimina
  9. Uso la coppetta da un paio di mesi e... il sangue non rimane all'interno del corpo, ma dentro la coppetta! E' la cosa più igienica che esista, la coppetta non resta inserita una settimana a mo' di tappo, ma deve essere svuotata regolarmente. Non si formano grumi o altro. Ma è chiaro che senza provarla non è possibile capire che questo semplice oggetto rivoluziona la vostra vita.

    RispondiElimina

Mostra di essere passato di qua!
Se hai apprezzato, condividi il tuo pensiero = )
Se non hai apprezzato, non essere timido ed esponi le tue ragioni = )